Prodotti

Heart from pouring red wine in goblet isolated on white
COD: VRSD03.
Produttore:

Cannonau di Sardegna D.o.c. Costera

€ 11,10 I.V.A. inclusa
Disponibile

Si presenta nel bicchiere di un rubino intenso, limpido e brillante, con sfumature granate; al naso è intenso con belle note fruttate; inizialmente è etereo e per questo si consiglia la decantazione qualche tempo prima della mescita. Piacevoli le note speziate, tipiche ed intensamente vinose, espressione tipica del territorio di Sardegna; in bocca il suo ingresso è morbido, molto caldo nel centro bocca, si dispiega a meraviglia, tannini bene integrati, emerge una netta nota di liquirizia, nel finale di bocca. Lasciato ossigenare a dovere, migliora con il trascorrere dei minuti, quindi un vino da degustare senza fretta. Un vino poliedrico che inizialmente mostra i muscoli e tutta la sua forza, poi con il passare dei minuti si ingentilisce, senza mai perdere la sua identità di vero prodotto di Sardegna. Lunga la Pai finale. Un vino che lasciato in bottiglia per alcuni anni, potrà solo migliorare.

12 disponibili

Descrizione prodotto

Uvaggio
Cannonau, Carignano e Bovale (o Bovaleddu)

Il produttore
Da 90 anni la famiglia Argiolas si occupa di viticoltura, anche se il debutto ufficiale del marchio risale al 1991. Un’azienda giovane con tradizioni antiche che ha bruciato le tappe grazie ad una politica di investimenti e di ricerca che l’ha resa un esempio per l’intero movimento vitivinicolo isolano. Da Antonio, che nel 1936 l’avviò, ai figli Franco e Giuseppe fino all’attuale generazione composta da Francesca, Valentina, Maria Luisa ed Antonio, è stato un susseguirsi di tappe che hanno portato l’Azienda di Serdiana al punto attuale: cinque fattorie, quasi 250 ettari, per una vocazione tramandata dalla civiltà nuragica. Una fattoria insiste nel territorio di Serdiana, vicino alla cantina Argiolas, non distante dalla chiesa romanica di Santa Maria di Sibiola che, eretta nella prima metà del XII secolo dai Vittorini, divenne grazie ai Benedettini un prosperoso centro agricolo. Tre fattorie sono ubicate in Trexenta, nell’antico granaio di Roma – oggi un susseguirsi di frutteti e oliveti, filari di viti e campi di cereali – dove i vigneti di Selegas, Siurgus Donigala e Guamaggiore formano un magico triangolo con al centro Senorbì ed il suo museo etnografico, dove diversi reperti attestano un’antica vocazione di cultura agricola. Votato alla vite, il territorio che ospita la quinta fattoria acquistata nel 2002 nella patria del Carignano, il Sulcis, il cui nome deriva all’antica Solci, Sulky.
L’obiettivo aziendale è sempre stato quello di avere dinamicità ed innovazione puntando alla qualità mantenendo ben salde le tradizioni. Questa filosofia ha dato risultati importanti anche grazie alla collaborazione tecnica di Giacomo Tachis ed all’impegno costante dell’enologo Mariano Murru, che ha portato alla creazione di prestigiosi vini, come il rosso Turriga, a base di Cannonau, che ha fatto conoscere nel mondo in nome Argiolas. Oltre alla qualità, che resta l’obiettivo ultimo della filosofia aziendale, Argiolas si distingue per il notevole impegno nella ricerca e nell’innovazione tecnologica. A partire dal 1998 sono stati avviati investimenti in progetti di iniziativa aziendale e pubblica vertenti su ricerche legate allo studio e conservazione di vitigni tradizionali e/o minori ed altri su innovazioni tecnologiche da apportare in vigna ed in cantina.

Vinificazione ed affinamento
La vendemmia viene effettuata manualmente alle prime ore del mattino da personale specializzato, il quale opera già nel vigneto una severa selezione delle uve. Le uve ulteriormente selezionate vengono raffrescate subito dopo ammostamento e mantenute durante la fermentazione ad una temperatura compresa tra i 28 e i 30°C. La macerazione dura circa 10-12 giorni, con rimontaggi brevi ma frequenti, in modo da ottenere un’estrazione equilibrata dei tannini. La fermentazione malolattica avviene in modo spontaneo e in breve tempo, grazie al pH favorevole ed al basso contenuto di acido malico delle uve giunte a perfetta maturazione. Il Cannonau viene conservato in vasche o nelle botti tradizionali con avvicendamenti per i travasi. La temperatura in fase di maturazione viene mantenuta su valori ottimali compresi tra i 14 e i 16°C. Dopo la giusta maturazione sul legno (8-10 mesi circa), il vino viene imbottigliato e lasciato brevemente affinare in vetro.

Servizio ed abbinamento
Si consiglia di conservarlo a bottiglia orizzontale in ambiente umido (75% umidità) ad una temperatura di 18°C. Servitelo ad una temperatura di 16-18°C in calici di media grandezza.

Abbinamento
Sposalizio culinario con primi piatti ben conditi, maialetto ed agnello arrosto, pecorino sardo di media e lunga stagionatura.

Disponibile nella versione.
Bottiglia 75cl

Provenienza
Sardegna

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Scrivi la prima recensione per “Cannonau di Sardegna D.o.c. Costera”