Prodotti

FIANOmastro
COD: VB613.
Produttore:

Fiano di Avellino D.o.c.g.

€ 12,99 I.V.A. inclusa
Disponibile

Nel calice si presenta di color giallo paglierino di particolare consistenza. Gli aromi di banana e mela verde colpiscono al primo impatto olfattivo ma si percepisce anche un soffio di fiori di tiglio ed un tocco di lieviti, albicocca e pera matura. Il sorso fresco e lungo è in continua tensione, denota buona acidità, buon corpo con nota predominante di nocciola tostata.

24 disponibili

Descrizione prodotto

Uvaggio
In purezza – Fiano di Avellino 100%

Il produttore
La famiglia Mastroberardino vive il contesto socioculturale vitivinicolo da circa tre secoli, in base alle più attendibili ricostruzioni storiche, a partire dal Settecento, epoca in cui un tal Berardino, capace artigiano con l’appellativo professionale di “Mastro”, diede origine a una discendenza che, scelto il proprio quartier generale ad Atripalda, nel cuore dell’area viticola d’Irpinia, ove sono tuttora situate le antiche cantine, legò indissolubilmente le proprie sorti al culto del vino. Dieci generazioni, da allora, hanno condotto le attività di famiglia, alternando fasi di espansione e sviluppo aziendale a momenti di contrazione o di difficoltà, circostanze ricorrenti nella storia delle imprese familiari di più antica origine. Nel lontano 1878 Angiolo Mastroberardino iscrisse l’azienda agricola alla camera di commercio di Avellino; oggi la struttura si avvale di circa 350 ettari di cui ben 150 di proprietà. Le tenute sono dislocate nelle aree che storicamente hanno rappresentato il fulcro delle zone di produzione tipiche dei grandi vini di questa regione. A riconoscimento del ruolo che la famiglia ha avuto nella salvaguardia del patrimonio viticolo ed enologico dell’epoca romana, la Soprintendenza Archeologica di Pompei le ha affidato in concessione i terreni in antico adibiti a vigneto nell’antica città di Pompei, affinché venissero reimpiantati con i medesimi antichi vitigni che caratterizzavano e caratterizzano la viticoltura dell’area. Inoltre le proprietà sono vere e proprie opere artistiche in una simbiosi naturale tra tradizione ed innovazione. Una cantina antica, secolare, che dà il senso di accoglienza tipico del focolare, vissuta come simbolo di radicamento dei valori familiari. Meta di visitatori provenienti da ogni parte del mondo, è divenuta una pinacoteca, in seguito alla realizzazione di dipinti che ornano le cupole situate nelle grotte di invecchiamento ed affinamento ad opera di artisti come Raffaele De Rosa, Maria Micozzi, Doina Botez. Ambienti di lavoro e di contemplazione, caratterizzati da una sobrietà raffinata e discreta, che richiama alla mente sensazioni ormai sopite: il tempo rallenta, bandisce i rumori superflui; i preziosi, custoditi con serenità sapiente, riposano e temprano la propria personalità fino al momento in cui dovranno confrontarsi con l’esterno, portando con sé il patrimonio di sensazioni accumulate nel lungo periodo di gestazione. Dovranno recare un messaggio, quei preziosi, un messaggio antico e forte, che rifugge compromessi e superficialità: il messaggio del vino, sangue della terra.

Vinificazione ed affinamento
Vinificazione classica in bianco in serbatoi di acciaio a temperatura controllata e successivo affinamento per almeno un mese in bottiglia prima della messa in commercio.

Abbinamento
Questo vino si accompagna egregiamente con minestre, frutti di mare, piatti a base di pesce e di carne bianca.

Servizio
Temperatura di servizio di 10-12°C

Disponibile nella versione
Bottiglia 75cl

Provenienza
Campania

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Scrivi la prima recensione per “Fiano di Avellino D.o.c.g.”